Smaltimento non autorizzato di veicoli fuori uso

Commette il reato di cui all’art. 256, comma 1, lett. b), del D.Lgs. n. 152/06, il soggetto che abbandona o deposita, in modo incontrollato, veicoli fuori uso che, per quanto muniti di targa, sono da considerarsi rifiuti speciali pericolosi se non bonificati mediante la eliminazione dei materiali inquinanti.
Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, III sezione penale, sentenza 10 settembre 2009, n. 35134, ricordando, altresì, che l’attività di demolizione e recupero di parti di veicoli, rientrando nella nozione di gestione e smaltimento dei rifiuti, necessita di una specifica autorizzazione.
Il testo della sentenza e la relativa massima sono a disposizione degli abbonati sul corrente fascicolo della Rivista.