Revisione del Regolamento comunitario sui diritti dei passeggeri aerei

Il Parlamento ed il Consiglio Europeo hanno presentato il 13.03.2013 alla Commissione Europea la proposta di revisione del Regolamento (CE) n. 261/2004 con l’obiettivo di garantire maggiormente i diritti dei passeggeri in caso di negato imbarco, ritardi prolungati, cancellazioni o errori nella gestione del bagaglio ponendo al contempo un limite temporale alla responsabilità dei vettori aerei in circostanze eccezionali in mancanza dei quali si metterebbe a rischio la loro stabilità finanziaria. In tale contesto la FIA ( Fédération Internazionale de l’Automobile) ha inviato agli Automobile Club aderenti un documento con l’indicazione della propria posizione sulle principali modifiche introdotte nella proposta di revisione invitando ciascun Club a proporre eventuali osservazioni in merito. L’ACI concorda pienamente con l’orientamento espresso dalla FIA nel citato documento in cui si evidenzia la necessità da parte della Commissione di rivedere alcune modifiche al regolamento ritenute eccessivamente penalizzanti per i passeggeri. Tra essi risulta particolarmente svantaggiosa la modifica del limite oltre il quale sorge il diritto al risarcimento del danno in caso di ritardi che viene innalzato da 3 a 5 ore. Si rileva inoltre la necessità di una più esaustiva definizione delle circostanze eccezionali che esonerano il vettore dall’obbligo risarcitorio nei confronti del passeggero.