Notifica del verbale di contestazione delle infrazioni al Codice della Strada e cambio di residenza del trasgressore

La notifica del verbale di contestazione delle infrazioni al Codice della Strada, effettuata presso l’indirizzo del trasgressore risultante dal Pubblico Registro Automobilistico, è nulla se il destinatario si è nel frattempo trasferito in altro luogo non annotato sulla carta di circolazione.
Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, II sezione civile, con la sentenza 2 settembre 2011, n. 18049, sottolineando, altresì, che in questi casi, per la validità della notifica è necessario l’espletamento delle formalità previste dall’art 140 c.p.c. per l’ipotesi di irreperibilità del destinatario.
Il testo della sentenza e la relativa massima sono a disposizione degli utenti sul fascicolo n. 5 della Rivista.