L’Unione Europea verso la risoluzione alternativa delle controversie on line

Il Parlamento europeo ed il Consiglio hanno approvato, il 12 marzo u.s., la proposta di Regolamento relativo alla risoluzione delle controversie on line dei consumatori (ODR) e la proposta di direttiva sulla risoluzione alternativa delle controversie (direttiva sull’ADR per i consumatori). L’obiettivo principale è quello di semplificare, uniformare e ridurre i costi, dei mezzi di ricorso alternativi dei consumatori per le operazioni transfrontaliere di commercio elettronico. I consumatori residenti nell’Unione potranno così avvalersi di forme di reclamo attraverso la compilazione di schemi on line con un evidente taglio dei costi; a tal fine viene infatti prevista l’introduzione di una piattaforma web in tutte le lingue dell’Unione gestita dalla Commissione europea e accessibile sul portale “Your Europe”. Nella proposta di direttiva sulla risoluzione alternativa delle controversie dei consumatori si prevede l’istituzione di organismi extragiudiziali con competenza per le controversie contrattuali tra consumatori e professionisti in tutti i settori economici ad eccezione di sanità e istruzione. Sono inoltre introdotte nuove regole per assicurare l’imparzialità dei mediatori.