Illegittimità delle zone a traffico limitato

Sono illegittime le ordinanze con le quali il Comune istituisce zone a traffico limitato, subordinandone l’ingresso o la circolazione dei veicoli al pagamento di una somma di denaro, senza che sia stato adottato il Piano Urbano del Traffico così come richiesto dall’Ispettorato generale per la circolazione e la sicurezza stradale. Lo ha stabilito il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia che, con sentenza 24 giugno 2008, n. 842, ha accolto i ricorsi presentati contro il Comune di Palermo da alcune organizzazioni di imprenditori e di consumatori oltre che da singoli cittadini e alcune imprese operanti nel centro della città. Il testo della sentenza e la relativa massima potranno essere consultati dagli abbonati sul prossimo fascicolo della Rivista.