Guida in stato di ebbrezza e sequestro preventivo del veicolo

Il veicolo utilizzato per commettere il reato di cui all’art. 186 c.s. (guida in stato di ebbrezza), se intestato non al trasgressore ma ad uno dei genitori, non può essere sottoposto, a fini di confisca, alla misura cautelare del sequestro preventivo.
Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, VI sezione penale, con la sentenza 26 marzo 2010, n. 11791, sottolineando come non valga ad escludere la buona fede del genitore la circostanza che questi fosse a conoscenza dei precedenti penali del figlio, in passato, resosi colpevole dello stesso reato.
Il testo della sentenza e la relativa massima sono a disposizione degli abbonati sul corrente fascicolo della Rivista.