Confisca del veicolo in caso di rifiuto di sottoporsi all’accertamento del tasso alcolemico

La confisca del veicolo prevista dal Codice della Strada, all’art. 186, comma 7, per il caso in cui il conducente, indagato per guida in stato di ebbrezza, venga condannato per il reato di rifiuto di sottoporsi all’accertamento del tasso alcolemico, ha natura di sanzione penale accessoria.
Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, Sezioni Unite penali, con la sentenza 18 giugno 2010, n. 23428, precisando, altresì, che tale misura sanzionatoria non può essere disposta in relazione a quei fatti che non costituivano reato secondo la legge in vigore al tempo in cui sono stati commessi.
Il testo della sentenza e la relativa massima sono a disposizione degli abbonati sul corrente fascicolo della Rivista.