Circolazione dei veicoli sottoposti a sequestro amministrativo

Il custode, e proprietario, di un veicolo sottoposto a sequestro amministrativo sorpreso alla guida del veicolo medesimo commette un illecito amministrativo, sanzionato a norma dell’art. 213 cod. della strada, e non un illecito penale.
È quanto stabilito la III sezione penale della Cassazione, con la sentenza 12 maggio 2008, n. 19124, che così si discosta dall’orientamento espresso in materia dalla sezione VI con la sentenza  n. 5658 del 5 febbraio 2008 e secondo la quale il custode o proprietario sorpreso a circolare con un veicolo sottoposto a sequestro amministrativo risponde sia dell’illecito amministrativo che del reato previsto dall’art. 334 c.p.
Il testo delle sentenze, con le relative massime, potranno essere consultati dagli abbonati nel prossimo fascicolo della Rivista.