C 2772 recante “Modifiche all'articolo 171 del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, in materia di casco protettivo elettronico”

L’atto n. C  2772 recante “Modifiche all'articolo 171 del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, in materia di casco protettivo elettronico” presentato alla Camera di iniziativa dell’On. Barbieri, è stato assegnato per l’esame in sede referente alla commissione IX (Trasporti, poste e telecomunicazioni). L’analisi in Commissione non è ancora iniziata ma sono già stati richiesti i pareri delle commissioni  1ª (Aff. costit.), 2ª (Giustizia), 14ª (Pol. comun.). La presente proposta di legge modifica  l'articolo 171 del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, che prevede l’obbligatorietà del casco protettivo per i conducenti e i passeggeri di ciclomotori e motoveicoli. Con la presente proposta di legge si prevede l'uso di un particolare casco, chiamato casco protettivo elettronico, che presenta vari vantaggi per la sicurezza del conducente e dei trasportati:
·         il casco è progettato con sensori che controllano se lo stesso è correttamente indossato, in caso contrario il mezzo non si avvia;
·          il ciclomotore o il motoveicolo si spengono automaticamente se  il motociclista è disarcionato;
·         se il casco non è in coppia con il suo ciclomotore o motoveicolo, questo non si accende;
·         il casco offre un sistema interfono tra i passeggeri.
Nella Rivista giuridica è possibile consultare il testo della proposta di legge.