Autotrasporto: deferimento dell'Italia alla Corte di Giustizia europea

La Commissione Europea ha depositato il 3 aprile 2008 ricorso alla Corte di Giustizia per inadempimento contro quattro Stati membri, tra cui l'Italia. Il deferimento riguarda la mancata osservanza della legislazione sociale europea applicabile nel settore dei trasporti stradali: non sono stati comunicati i provvedimenti nazionali di recepimento della direttiva 2006/22/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 marzo 2006, sulle norme minime per l’applicazione dei regolamenti (CEE) n. 3820/85 e (CEE) n. 3821/85 del Consiglio relativi a disposizioni in materia sociale nel settore dei trasporti su strada. Il termine ultimo per il recepimento della direttiva negli ordinamenti nazionali degli Stati membri scadeva il 1° aprile 2007.