Ancora sul danno biologico da morte

Ai prossimi congiunti della vittima di un sinistro stadale spetta il risarcimento del danno biologico, iure hereditatis, qualora la morte sia intervenuta trascorso un apprezzabile lasso di tempo dall'incidente.
E' quanto la Cassazione è tornata ad affermare con la sentenza n. 870 del 17 gennaio 2008, il cui testo, con relativa massima, sarà disponibile nel prossimo numero della Rivista.