Aggiornamento delle tabelle del danno non patrimoniale alla persona

In mancanza dell’approvazione della tabella nazionale sulle lesioni macropermanenti, cioè con invalidità superiori al 9 % provocate da un fatto illecito, i  tribunali di Milano, Roma e Verona hanno provveduto ad  aggiornare le tabelle di liquidazione del danno biologico, che sonoapplicate da oltre un terzo degli uffici giudiziari italiani . 

Mentre il Ministero dello sviluppo Economico aggiorna annualmente gli importi delle tabelle relative alle lesioni micropermanenti inferiori al 9% di invalidità (l’ultimo aggiornamento è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 9 luglio 2009 vedere il testo del Decreto e  la tabella  nella sezione normativa), la tabella nazionale per le lesioni macropermanenti non è stata mai adottata e finora ogni tribunale può seguire un proprio criterio per la liquidazione, ma di fatto vengono seguiti i criteri di altri uffici giudiziari che hanno aggiornato la tabella su base Istat.

Con riferimento aell’aggiornamento delle tabelle per le lesioni oltre il 9% di invalidità, si segnala che i tribunali di Milano, Roma e Verona, pur nella diversità degli indennizzi individuati, nei quali spicca il maggior valore riconosciuto al danno biologico dal tribunale di Milano,  hanno tenuto conto degli indicazioni fornitei dalle sentenze gemelle del 2008 della  Cassazione a sezione unite in merito al “danno esistenziale”, che deve essere considerato come un ordinario  danno non patrimoniale e di conseguenza non può essere liquidato separatamente a fronte di un appellativo diverso, in quanto il danno non patrimoniale va risarcito integralmente senza duplicazioni tra danno biologico e danno esistenziale.