• Normativa
  • Veicoli ed equipaggiamenti, Mobilità persone con disabilità
  • Dott.ssa Daniela Mascaro e Dott. Andrea Guerci

Veicoli adattati a favore di persone con ridotte capacità motorie

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti
circolare Prot. n. 27710 RU del 4 dicembre 2014

 

Ministero delle Infrastrutture
e dei Trasporti
DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE
GLI AFFARI GENERALI E PERSONALE
Direzione Generale per la Motorizzazione
Prot. n. 27710 RU
Roma, 4 dicembre 2014
Direzioni Generali Territoriali
Loro sedi
Uffici Motorizzazione Civile
Loro sedi
Centri Prova Autoveicoli
Loro sedi
Regione siciliana
Assessorato turismo comunicazione e trasporti
Servizio comunicazioni e trasporti
Dipartimento trasporti e comunicazioni
Palermo
Regione autonoma Friuli Venezia Giulia
Direzione Centrale Pianificazione
Sezione Logistica e trasporto merci
Via Giulia, 75/1- 34126 Trieste
Provincia autonoma di Bolzano
Ripartizione traffico e trasporti
Via Crispi, 8 - Bolzano
Provincia autonoma di Trento
Motorizzazione civile
Lungadige S. Nicolò, 14 - Trento
Regione Valle d’Aosta
Ufficio Motorizzazione
Località Grand Chemin, 36
11020 Aosta
e, p.c
ACI-PRA
Roma
ANCMA
Milano
ANFIA
Roma
CONFARCA
Roma
UNASCA
Roma
UNRAE
Roma
OGGETTO: veicoli adattati a favore di persone con ridotte capacità motorie
Com’è noto, taluni veicoli adattati, sia per la guida da parte di conducenti titolari di
patenti di guida speciali, sia per il trasporto di persone con ridotte capacità motorie,
usufruiscono di particolari agevolazioni fiscali ed esenzioni, tra le quali quelle relative alla
prima iscrizione al Pubblico Registro Automobilistico.
Per accedere a dette agevolazioni è necessario, tuttavia, che gi adattamenti,
qualora installati, siano annotati, nei casi previsti, sulla carta di circolazione.
In relazione a quest’ultimo aspetto, sono state segnalate presunte difficoltà
operative nel gestire, da parte degli Uffici Motorizzazione Civile (UMC), procedure tali da
consentire, prima dell’immatricolazione, la visita e prova di veicoli nuovi, a seguito
dell’installazione dei suddetti adattamenti.
Nel merito, si evidenzia che non si rinvengono, nei casi qui trattati, motivi ostativi
per procedere alla visita e prova prima dell’immatricolazione o contestualmente alla
stessa, ancorché il veicolo sia accompagnato da Certificato di omologazione comunitaria
(COC), in forma cartacea o smaterializzata o che segua il nuovo processo immatricolativo.
In quest’ultimo caso si ricorda che si può procedere anche in assenza del codice di
immatricolazione, così come specificato nel file avviso n. 23 prot. n. 16206 del 21 luglio
2014.
Sono abrogate eventuali disposizioni in contrasto con le presenti.
f.to Il Direttore Generale
(Arch. Maurizio VITELLI)
SN

 

Documenti allegati