• Giurisprudenza
  • Guida in stato di ebbrezza o sotto l'influenza di stupefacenti ed omicidio stradale
  • Dott.ssa Maristella Giuliano

Valore probatorio alcooltest

Corte di Cassazione, IV sez. penale
27 febbraio 2008, n. 8591

Guida in stato di ebbrezza – Art. 186, comma 2, Cod. strada – Accertamento responsabilità – Mezzi di prova – Circostanze sintomatiche – Alcooltest positivo – Valore probatorio accertamento etilometrico – Prova contraria – Onere della prova - Imputato.

 

Lo stato di ebbrezza del conducente di un veicolo può essere accertato, e provato, con qualsiasi mezzo, quindi, anche sulla base delle sole circostanze sintomatiche riferite dagli agenti verbalizzanti.
In caso di accertamento tecnico del tasso alcolemico mediante etilometro, l'esito positivo del test costituisce prova della sussistenza dello stato di ebbrezza.
L’onere di fornire la prova contraria a tale accertamento ricade sull’imputato il quale dovrà dimostrare la presenza di vizi o errori di strumentazione o di metodo nell'esecuzione dell'aspirazione, non essendo sufficiente la mera allegazione di difettosità o assenza di omologazione dell’apparecchio
.

 

Documenti allegati