• Giurisprudenza
  • Assicurazioni e responsabilità civile
  • Dott.ssa Maristella Giuliano

Sinistro stradale: danno parentale

Corte di Cassazione III sez. civile
27 giugno 2007, n. 14845

Sinistro stradale – decesso della vittima – artt. 1226, 2056,1223 c.c – danno morale parentale – mancata convivenza – riduzione del danno - insussistenza – danno patrimoniale - sussistenza

 

Nel caso di morte del congiunto il danno parentale morale deve essere integralmente risarcito a prescindere dalla effettiva convivenza delle parti. Infatti, se essa esalta maggiormente il vincolo della vita in comune, la comunione di affetti e solidarietà sussiste anche nel caso in cui il figlio deceduto abbia scelto una vita autonoma, cessando di convivere con i genitori.

Allo stesso modo deve essere riconosciuto il danno patrimoniale permanente, legato alla privazione di una solidarietà economica tra le parti, anch’essa prescindente dalla mera convivenza.

 

Documenti allegati