• Atti preparatori
  • Economia dei trasporti e della mobilità
  • Dott.ssa Maristella Giuliano

Proposte in tema di mobilità per la cd "Fase 2"

Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli - interrogazioni a risposta immediata
Camera dei deputati 29 aprile 2020

Il 29 aprile 2020, in Assemblea alla Camera, replicando ad alcune interrogazioni a risposta immediata volte a conoscere quali ulteriori misure siano allo studio per garantire un’adeguata mobilità in vista della ripresa delle attività lavorative prevista dalla cd. “Fase 2”, la Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, ha comunicato una serie di proposte che verranno inserite nel decreto-legge di prossima adozione.

In particolare, si prevede:

  • la promozione della mobilità alternativa ai mezzi pubblici;
  • la diffusione della micromobilità elettrica ;
  • una modifica al Codice della Strada volta ad introdurre la definizione di ” bikeline ”, ovvero una corsia con destinazione prioritaria alla circolazione dei velocipedi nella quale è consentita anche la circolazione dei veicoli a motore con numero totale di ruote non superiore a tre;
  • l’obbligo per le aziende e per gli enti pubblici con più di 100 dipendenti (attualmente la soglia minima è di 300 dipendenti) di prevedere la figura del “mobility manager” che individui le migliori condizioni di trasporto per i dipendenti al fine di contenere la diffusione del Covid-19 .

E, inoltre, allo studio il riconoscimento, per i residenti nelle città metropolitane e aree urbane con più di 60 mila abitanti, di un buono mobilità alternativa pari a €200 per l’acquisto di biciclette anche a pedalata assistita , di veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica o di monopattini. il buono potrà essere utilizzato anche per fruire di servizi di mobilità condivisa ad uso individuale.