• Atti preparatori
  • Veicoli ed equipaggiamenti
  • Dott.ssa Maristella Giuliano

Obbligo di dotare gli autoveicoli di apparecchi viva voce

Senato della Repubblica
Disegno di legge n. 921

 

DISEGNO DI LEGGE  N. 921

d'iniziativa del senatore RAZZI

COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 4 LUGLIO 2013

Disposizioni in materia di introduzione dell'obbligo di dotare gli autoveicoli di nuova costruzione di congegni universali per l'uso di apparecchi telefonici con modalità a viva voce

Onorevoli Senatori. -- L'uso dei telefoni cellulari durante la guida di autoveicoli è ormai di uso frequente se non addirittura prassi. Nonostante l'inasprimento delle sanzioni introdotte dalle modifiche al codice della strada, le statistiche non sono confortanti e gli incidenti da attribuire all'uso dei telefoni cellulari durante la guida sarebbero pari al 15-25 per cento del totale. Pur non essendo disponibili studi che dimostrino in maniera chiara e incontrovertibile che la modalità di comunicazione telefonica viva voce sia in grado di diminuire questa percentuale nefasta, è intuibile che il suo uso vada agevolato anche da parte delle imprese automobilistiche. Parlare al telefono senza distogliere lo sguardo dalla strada e senza dover abbandonare il volante è sempre garanzia di sicurezza e di prevenzione. Parimenti è scontato ammettere che l'uso del telefono cellulare durante la guida è assolutamente sconsigliato e che ancora più pericoloso è l'invio degli «SMS», che esigono una più lunga distrazione dalla visione di guida. Quindi introdurre negli autoveicoli un sistema che permetta, utilizzando la modalità viva voce, di poter, attraverso il comando vocale, comporre messaggi «SMS», e numeri telefonici, sarebbe un passo in avanti nella prevenzione e nella sicurezza stradali tanto auspicati e declamati. Solo allora e nel lungo periodo sarà possibile poter apprezzare con un buon margine di precisione le percentuali derivanti dagli studi di monitoraggio. Fare in modo che le imprese automobilistiche dotino gli autoveicoli di sistemi universali di serie con modalità viva voce può essere un ulteriore incentivo al loro uso e giustificherebbe, anche un più cospicuo inasprimento delle sanzioni per chi non ne facesse uso. L'iniziativa dovrebbe avere portata europea se non addirittura mondiale, alla stessa stregua di quella che oggi è la dotazione di serie dell'impianto hi-fi e dell'aria condizionata. Sono questi i servizi che dobbiamo attenderci dalle imprese automobilistiche e che dobbiamo pretendere se, con un minimo di lungimiranza, vogliamo essere attenti alle problematiche di sicurezza stradale che sembrano preoccupare sopra ogni cosa.

Con il presente disegno di legge si vuole imporre per legge alle imprese automobilistiche di dotare i propri veicoli di apparecchi telefonici con modalità a viva voce, concedendo un termine congruo alle imprese stesse e ai gestori di telefonia mobile per la messa a punto di tali congegni. Le stesse imprese saranno avvantaggiate da tale legge in quanto essa rappresenta anche uno stimolo in più per la ricerca.

DISEGNO DI LEGGE
Art. 1.

1. Le imprese automobilistiche hanno l'obbligo, ai fini della commercializzazione in Italia, di dotare gli autoveicoli di nuova costruzione di congegni universali per l'uso di apparecchi telefonici con modalità a viva voce che consentano la dettatura di messaggi e di numeri telefonici.

2. Entro un anno dalla data di entrata in vigore della presente legge le imprese automobilistiche e i gestori di telefonia mobile sono tenuti ad ottemperare all'obbligo di cui al comma 1.

 

Documenti allegati