• Giurisprudenza
  • Illeciti penali
  • Dott.ssa Maristella Giuliano

Furto di veicolo custodito in un parcheggio

Corte di Cassazione II sez. civile
27 gennaio 2009, n. 1957

Parcheggio veicoli – contratto atipico – configurabilità – deposito oneroso – art. 1766 c.c. – applicabilità – furto veicolo – esclusione responsabilità gestore – clausola vessatoria – art. 1341 c.c. – necessità approvazione per iscritto

 

L’immissione di un veicolo, previo pagamento mediante apposito meccanismo,  in un’area predisposta a ciò, configura la fattispecie di contratto atipico di parcheggio.
A tale fattispecie si applica la disciplina prevista in  materia di deposito, in forza della quale, ex art. 1766 c.c., il depositario ha l’obbligo di custodia del bene.
La limitazione di tale responsabilità, costituendo clausola vessatoria, è efficace solo se approvata per iscritto.
Pertanto, non è sufficiente per escludere la responsabilità del gestore, in caso di furto del veicolo, la mera apposizione di cartelli nei quali si dichiari la non responsabilità del titolare.

 

 

Documenti allegati