• Atti preparatori
  • Autotrasporto, trasporto ferroviario, marittimo ed aereo, Norme di riforma del Codice della Strada
  • Dott.ssa Maristella Giuliano

Disposizioni in materia di autotrasporto merci e di circolazione stradale

IX Commissione trasporti della Camera dei deputati
Atto Camera n. 2480-A

 

E’ stato approvato dalla IX Commissione (Trasporti) della Camera dei Deputati l’emendamento collegato all’art. 1 del disegno di legge C. 2480-A  “Disposizioni in materia di autotrasporto merci e di circolazione stradale” che prevede la possibilità per il minore, che abbia compiuto 16 anni e sia in possesso dell'autorizzazione a guidare i motocicli leggeri,  di procedere alla guida accompagnata.
Si allega l’emendamento approvato:
NUOVE FORMULAZIONI DI EMENDAMENTI E ARTICOLI AGGIUNTIVI
ART. 1.
All'articolo 1, premettere il seguente:
Art. 01.
(Modifiche all'articolo 115 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, in materia di guida accompagnata).
1. All'articolo 115 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e successive modificazioni, dopo il comma 1 sono aggiunti i seguenti:
«1-bis. Ai minori che abbiamo compiuto anni sedici e che siano titolari di patente è consentita, a fini di esercitazione, la guida di autoveicoli di massa complessiva a pieno carico non superiore a 3,5 t, con esclusione del traino di qualunque tipo di rimorchio, e comunque nel rispetto dei limiti di potenza specifica riferita alla tara di cui all'articolo 117, comma 2-bis, purché accompagnati da un conducente titolare di patente di categoria B o superiore da almeno dieci anni, previo rilascio di apposita autorizzazione da parte del competente ufficio del Dipartimento dei trasporti terrestri e su istanza allo stesso avanzata dal genitore o dal legale rappresentante del minore.
1-ter. Il minore autorizzato può procedere alla guida accompagnata da uno dei soggetti indicati dal comma 1-bis solo dopo aver effettuato almeno 10 ore di corso pratico di guida presso un'autoscuola con istruttore abilitato ed autorizzato, delle quali almeno 4 ore in autostrada e 2 in condizione di visione notturna.
1-quater. Nelle ipotesi di guida di cui al comma 1-bis, sul veicolo non può prendere posto, oltre al conducente, altra persona che non sia l'accompagnatore. Il veicolo adibito a tale guida deve essere munito di apposito contrassegno recante le lettere alfabetiche "GA". Chiunque viola le disposizioni di cui al presente comma è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria di cui all'articolo 122, comma 9.
1-quinquies. Nelle ipotesi di guida di cui al comma 1-bis si applicano le prescrizioni di cui al comma 2 dell'articolo 117, e la sanzione amministrativa pecuniaria di cui al comma 5 dello stesso articolo. L'accompagnatore è responsabile in solido con il genitore o il legale rappresentante del conducente minore autorizzato del pagamento delle sanzioni amministrative pecuniarie.
1-sexies. Nelle ipotesi di guida di cui al comma 1-bis, se il minore autorizzato commette violazioni per le quali, ai sensi delle disposizioni del presente codice, sono previste le sanzioni amministrative accessorie di cui agli articoli 218 e 219, è sempre disposta la revisione della patente posseduta, ai sensi dell'articolo 128. L'esito negativo dell'esame di revisione comporta anche la revoca dell'autorizzazione all'esercitazione di guida anticipata.
1-septies. Il minore autorizzato ai sensi del comma 1 che guida senza avere a fianco l'accompagnatore indicato nell'autorizzazione è punito con la sanzione amministrativa prevista dall'articolo 122, comma 8. Alla violazione consegue il fermo amministrativo del veicolo per tre mesi, secondo le disposizioni del capo I, sezione II, del titolo VI, del presente codice».
2. Con decreto del Ministro dei trasporti da adottarsi ai sensi dell'articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400, entro centoventi giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono stabilite le modalità attuative della disciplina introdotta dal presente articolo, con particolare riferimento alle condizioni soggettive ed oggettive alle quali l'autorizzazione può essere richiesta ed alle modalità di rilascio, alle condizioni di espletamento dell'attività di guida cosi autorizzata, ai contenuti ed alle modalità di certificazione del percorso didattico che il minore autorizzato deve seguire presso un'autoscuola, ai requisiti soggettivi dell'accompagnatore nonché alle caratteristiche del contrassegno di cui al comma 1-ter.