• Cinture di sicurezza, sistemi di ritenuta a casco

Dispositivi anti abbandono: entrata in vigore, incentivi per l'acquisto e sanzioni

Ufficio Legislativo ACI
Scheda di approfondimento

DISPOSITIVI ANTI ABBANDONO

La Legge

La legge 1 ottobre 2018, n. 117, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 238 del 12 ottobre 2018 ed entrata in vigore il 27 ottobre 2018, ha disposto l'obbligo di installazione di dispositivi per prevenire l'abbandono di bambini nei veicoli chiusi. 

La norma (che si applica ai veicoli destinati al trasporto di persone aventi massimo 8 posti a sedere oltre al sedile del conducente e ai veicoli destinati al trasporto merci) modifica a tale scopo l'articolo 172 del Codice della strada, che disciplina l'uso delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per bambini.

 In particolare, l’art. 1, comma 1, lett. b) prevede che i conducenti delle suddette tipologie di veicoli a motore, immatricolati in Italia o immatricolati all'estero e condotti da residenti in Italia, quando trasportano un bambino di età inferiore a quattro anni, assicurato al sedile con un sistema di ritenuta previsto dalla normativa vigente, abbiano l'obbligo di utilizzare un apposito dispositivo di allarme volto a prevenire l'abbandono involontario del bambino. 

All’art. 1, comma 2, si prevede che le caratteristiche tecnico-costruttive e funzionali dei dispositivi siano definite con decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, da emanare entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge, mentre al successivo comma 3 si stabilisce che l’obbligo di utilizzo dei dispositivi anti abbandono ha effetto decorsi centoventi giorni dalla data di entrata in vigore del decreto di cui al comma 2 e, comunque, a decorrere dal 1° luglio 2019.


Il decreto di attuazione

Con decreto del MIT 2 ottobre 2019, n. 122, recante“Regolamento di attuazione dell'articolo 172 del Nuovo codice della strada in materia di dispositivi antiabbandono di bambini di età inferiore a quattro anni, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale - Serie Generale n. 249 del 23 ottobre 2019 ed entrato in vigore il 7 novembre, sono state stabilite le caratteristiche tecnico-costruttive e funzionali essenziali dei citati dispositivi nonché gli obblighi per il fabbricante.


Comunicazioni Ministeri  Trasporti e Interno


Con comunicato pubblicato sul sito del MIT e con circolare prot. 300/A/9434/19/109/12/3/4/1 del Ministero dell’Interno dello scorso 6 novembre, è stato specificato che l’obbligo di installazione dei dispositivi sarebbe entrato in vigore dal 7 novembre 2019 – data di entrata in vigore del decreto attuativo - anziché dal 6 marzo 2020 (cioè decorsi 120 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto) come previsto dall’art. 1, comma 3, della legge 117/2018. 


Di conseguenza, dalla stessa data, sono applicabili le sanzioni previste dal nuovo art. 172 del codice della strada, che prevedono, oltre alla sanzione amministrativa pecuniaria di 81,00 euro, anche la decurtazione di cinque punti patente nonché la sospensione della stessa da 15 giorni a due mesi.



Incentivi per l’acquisto 


Non risulta,  peraltro, ancora disciplinato in via definitiva l’aspetto relativo alle agevolazioni per l'acquisto dei citati dispositivi: l’art. 52 del  Decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124 (c.d. DL Fiscale), entrato in vigore lo scorso 27 ottobre, ha infatti modificato l’art. 3, comma 1, della Legge n. 117/2018,  prevedendo che le agevolazioni fiscali stabilite dalla predetta norma possono consistere  nel riconoscimento di un contributo economico di 30 euro per ciascun dispositivo acquistato.


Differimento applicazione delle sanzioni

In data odierna il MIT ha pubblicato sul proprio sito una nota video della Ministra De Micheli, con la quale, nel ribadire la necessità di conservare le ricevute di acquisto dei dispositivi antiabbandono per ottenere il rimborso di 30 euro per la spesa sostenuta, è stata dichiarata la disponibilità del Governo e dell’intera maggioranza a intervenire normativamente per posticipare l’applicazione delle sanzioni in caso di mancata installazione.

 

Documenti allegati