• Giurisprudenza
  • Comportamenti alla guida, Illeciti penali
  • Dott.ssa Maristella Giuliano

Configurabilità del reato di fuga

Corte di Cassazione Sezione feriale Penale
Sentenza n. 34495 del 5 agosto 2014

Comportamento in caso di incidente – investimento di pedone – violazione dell’obbligo di fermarsi – violazione dell’obbligo di prestare assistenza - configurabilità del reato – sussistenza

 

Comportamento in caso di incidente – investimento di pedone – violazione dell’obbligo di fermarsi – violazione dell’obbligo di prestare assistenza - configurabilità del reato – sussistenza

Nel caso di incidente comunque ricollegabile al proprio comportamento, sussistono in capo al conducente due obblighi specifici: l’obbligo di fermarsi e l’obbligo di prestare assistenza alla vittima, sanzionati rispettivamente dai commi 6 e 7 dell’art 189 cds.
Il reato di fuga è un reato omissivo e di pericolo e si perfeziona istantaneamente nel momento in cui il conducente del veicolo investitore viola l’obbligo di fermarsi, mentre per la configurazione del reato di omissione di soccorso è necessario lo stato di bisogno dell’assistito, che viene meno nel caso di assenza di lesioni, e nel caso che altri abbiano provveduto a prestare assistenza.
Affinché si possa scongiurare la sussistenza della condotta ricollegabile al reato di fuga è necessario che  il dovere di fermarsi sul luogo dell’incidente debba durare per tutto il tempo necessario all’espletamento delle prime indagini rivolte all’identificazione del conducente e del veicolo, perché nel caso che la fermata fosse talmente breve da non consentire l’espletamento dei primi accertamenti, la norma sarebbe priva di ratio e di utilità pratica.
Per la violazione dell’obbligo di assistenza invece è necessario per la configurabilità del reato che il conducente abbia la percezione che ci sia un danno effettivo alla persona.
Nel caso di specie il pedone investito non ha neanche perso l’equilibrio, dato di fatto che ha indotto il conducente a non fermarsi nella consapevolezza che la vittima non avesse necessità di assistenza. Successivamente recandosi al pronto soccorso, alla vittima venivano refertate lesioni gravi.

 

Documenti allegati