• Normativa
  • Documenti di circolazione, Veicoli ed equipaggiamenti
  • Dott.ssa Daniela Mascaro e Dott. Andrea Guerci

Collegamento al sistema operativo di prenotazione del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti da parte delle organizzazioni professionali agricole ed agro-meccaniche maggiormente rappresentative a livello nazionale

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti
Decreto 1 giugno 2015

 

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI
DECRETO 1 giugno 2015

Disposizioni   attuative   dell'articolo   1-bis,   comma   14,   del
decreto-legge 24 giugno 2014, n.  91,  convertito  con  modificazioni
dalla legge 11 agosto 2014, n. 116,  in  tema  di  attivazione  delle
procedure di collegamento al sistema operativo  di  prenotazione  del
Ministero  delle  infrastrutture  e  dei  trasporti  da  parte  delle
organizzazioni professionali agricole ed agro-meccaniche maggiormente
rappresentative a livello nazionale. (15A06233)

(GU n.188 del 14-8-2015)

 
 
 
                             IL MINISTRO
                DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI
 
 
                           di concerto con
 
 
     IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI
 
  Vista la legge 8 agosto 1991, n. 264  e  successive  modificazioni,
recante  la  disciplina   dell'attivita'   di   consulenza   per   la
circolazione dei mezzi di trasporto;
  Visti gli articoli 57 (Macchine agricole),  110  (Immatricolazione,
carta  di  circolazione  e  certificato  di  idoneita'  tecnica  alla
circolazione delle macchine agricole),  113  (Targhe  delle  macchine
agricole) e 114 (Circolazione su strada  delle  macchine  operatrici)
del  decreto  legislativo  30  aprile  1992,  n.  285  e   successive
modificazioni, recante «Nuovo codice della strada»;
  Visto l'art. 14, comma 13, del decreto legislativo 29  marzo  2004,
n. 99, come novellato dall'art. 4, comma 6, del  decreto  legislativo
27 maggio 2005, n. 101, in forza del  quale  la  richiamata  legge  8
agosto 1991, n. 264, non si applica all'attivita' di  consulenza  per
la  circolazione  dei  mezzi  di  trasporto  relativa  alle  macchine
agricole svolta dalle  organizzazioni  professionali  agricole  e  da
quelle  delle  imprese  che  esercitano  l'attivita'   agro-meccanica
maggiormente rappresentative a livello nazionale;
  Visto l'art. 1-bis, comma 14, del decreto-legge del 24 giugno 2014,
n. 91, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014,  n.
116, che  consente  alle  organizzazioni  professionali  agricole  ed
agro-meccaniche, maggiormente rappresentative a livello nazionale, di
attivare  le  procedure  di  collegamento  al  sistema  operativo  di
prenotazione del Ministero delle infrastrutture e dei  trasporti,  ai
fini  dell'immatricolazione  e  della   gestione   delle   situazioni
giuridiche inerenti la proprieta' delle predette macchine, demandando
ad  apposito  decreto  del  Ministro  delle  infrastrutture   e   dei
trasporti, da adottare di concerto con il  Ministro  delle  politiche
agricole alimentari e  forestali,  l'individuazione  delle  modalita'
tecniche di collegamento e le relative modalita' di gestione;
  Ritenuto di dover provvedere a dare  attuazione  alle  disposizioni
contenute nel richiamato art. 1-bis, comma 14, del decreto-legge  del
24 giugno 2014, n. 91, convertito, con modificazioni, dalla legge  11
agosto 2014, n. 116;
 
                              Decreta:
 
                               Art. 1
 
 
            Oggetto, ambito di applicazione e definizioni
 
  1. Il presente decreto disciplina le modalita' di  svolgimento,  da
parte delle organizzazioni previste al  comma  4,  dell'attivita'  di
consulenza per la circolazione  delle  macchine  agricole,  ai  sensi
dell'art. 14, comma 3, del decreto legislativo 19 marzo 2004, n.  99,
come novellato dall'art. 4,  comma  6,  del  decreto  legislativo  27
maggio 2005, n. 101, attraverso il collegamento telematico al sistema
di prenotazione del Ministero delle infrastrutture  e  dei  trasporti
gestito dalla Direzione  Generale  per  la  motorizzazione,  ai  fini
dell'immatricolazione e della gestione  delle  situazioni  giuridiche
inerenti la proprieta' delle macchine agricole.
  2. Ai fini del presente decreto, si intende per:
    a) «organizzazioni  agricole»  o  «organizzazione  agricola»:  le
organizzazioni o una delle organizzazioni di cui al comma 4, comprese
le loro articolazioni territoriali;
    b) «UMC»: l'Ufficio o gli Uffici Motorizzazione Civile;
    c) «macchine agricole» o «macchina agricola»: le macchine  o  una
delle macchine definite dal comma 3, primo periodo;
    d) «macchine operatrici» o «macchina operatrice»: le  macchine  o
una delle macchine definite dal comma 3, ultimo periodo;
    d) «documenti di circolazione»: i documenti individuati dall'art.
3, commi 1 e 2;
    e) «CED»: il Centro Elaborazione Dati  della  Direzione  Generale
per la  motorizzazione  del  Ministero  delle  infrastrutture  e  dei
trasporti.
  3. Per macchine  agricole  si  intendono,  tra  quelle  individuate
dall'art. 57 del decreto legislativo  30  aprile  1992,  n.  285,  le
macchine che, a norma dell'art. 110,  comma  1,  primo  periodo,  del
medesimo decreto legislativo, sono soggette  all'immatricolazione  ed
al rilascio della  carta  di  circolazione.  Alle  predette  macchine
agricole  sono  equiparate  le   macchine   operatrici,   individuate
dall'art. 58 del decreto legislativo n. 285 del 1992, permanentemente
attrezzate per l'esecuzione di  lavorazioni  agricole  ed  utilizzate
dalle  aziende  agricole  a  completamento   del   ciclo   produttivo
aziendale, entro i limiti previsti dall'art. 2135 codice civile.
  4. Il presente decreto si applica alle organizzazioni professionali
agricole ed agro-meccaniche, comprese quelle di rappresentanza  delle
cooperative  agricole,   maggiormente   rappresentative   a   livello
nazionale ed alle loro articolazioni  territoriali,  individuate  con
provvedimento adottato, entro novanta giorni dall'entrata  in  vigore
del  presente  decreto,  dal  Ministero  delle   politiche   agricole
alimentari e forestali e notificato alla Direzione  Generale  per  la
motorizzazione del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, la
quale provvede a darne notizia agli Uffici Motorizzazione Civile,  al
fine di consentire gli adempimenti di cui all'art. 2, comma 2.

                               Art. 2
 
 
         Collegamento telematico al sistema di prenotazione
 
  1.  Le  organizzazioni  agricole,  interessate   ad   attivare   il
collegamento  telematico  al  sistema  operativo   di   prenotazione,
presentano  richiesta  scritta  all'UMC  presso  il  quale  intendono
operare.
  2. L'UMC, dopo aver  provveduto  ad  identificare  l'organizzazione
richiedente  il  collegamento   e   le   persone   fisiche   delegate
dall'organizzazione stessa ad accedere agli  sportelli  dell'Ufficio,
rilascia un codice identificativo dell'organizzazione e  richiede  al
CED il rilascio dei codici  necessari  per  accedere  al  sistema  di
prenotazione e  per  effettuare  la  prenotazione  dei  documenti  di
circolazione.

                               Art. 3
 
 
        Prenotazione e rilascio dei documenti di circolazione
 
  1. Ferme restando le competenze degli studi di  consulenza  per  la
circolazione dei mezzi di trasporto, di cui alla legge 8 agosto 1991,
n.  264,  con  riguardo  agli  adempimenti   giuridico-amministrativi
necessari per la circolazione  e  la  cessazione  dalla  circolazione
delle   macchine   agricole   e   delle   macchine   operatrici,   le
organizzazioni agricole  abilitate  al  collegamento  telematico  nel
rispetto di quanto  previsto  dall'art.  2,  possono  procedere  alla
prenotazione del  rilascio,  da  parte  degli  UMC,  della  carta  di
circolazione e delle targhe previste dagli articoli 110,  113  e  114
del decreto legislativo n. 285 del 1992, nonche' del  certificato  di
avvenuta cessazione dalla circolazione delle  predette  macchine,  in
conseguenza della loro definitiva  esportazione  all'estero  o  della
loro demolizione.
  2. La prenotazione del rilascio della carta  di  circolazione  puo'
essere   effettuata   ai   fini   della    immatricolazione,    della
reimmatricolazione  e  del  trasferimento  della   proprieta'   delle
macchine agricole e delle macchine operatrici, della annotazione  del
trasferimento della sede o della  residenza  dell'intestatario  della
carta di circolazione stessa,  nonche'  ai  fini  della  duplicazione
dell'originale che sia stato  oggetto  di  sottrazione,  smarrimento,
distruzione o  deterioramento.  In  caso  di  immatricolazione  o  di
reimmatricolazione  della  macchina   agricola   o   della   macchina
operatrice, la prenotazione del rilascio della carta di  circolazione
comporta anche la prenotazione del rilascio della relativa targa.
  3. Entro la fine di ogni giornata lavorativa, il  CED  consente  la
stampa dell'elenco delle operazioni  di  prenotazione  effettuate  da
ciascuna organizzazione agricola e ne trasmette copia  al  competente
UMC.
  4. Il giorno lavorativo successivo alla effettuata prenotazione, la
persone fisica delegata ad accedere agli sportelli del competente UMC
presenta l'istanza e  la  documentazione  relative  ai  documenti  di
circolazione prenotati, unitamente all'elenco di cui al comma 3.
  5. Verificata la completezza e la regolarita' dell'istanza e  della
documentazione di cui al comma 4,  l'UMC  provvede  al  rilascio  del
documento di circolazione prenotato. Nel caso in cui l'istanza  o  la
documentazione  siano   incomplete,   ivi   compresa   l'ipotesi   di
insufficiente versamento delle tariffe  dovute  per  l'operazione  di
motorizzazione, l'UMC sospende il rilascio del documento prenotato ed
assegna un termine  non  inferiore  a  5  giorni  lavorativi  per  le
necessarie integrazioni. Laddove vengano accertate irregolarita', ivi
compresa  l'assenza  di   versamento   delle   tariffe   dovute   per
l'operazione  di  motorizzazione,  l'UMC  provvede  ad  annullare  la
prenotazione effettuata ed  a  restituire  l'istanza  e  la  relativa
documentazione nonche', se sussistenti, le attestazioni di versamento
dell'imposta  di  bollo  relativa  all'istanza  e  l'attestazione  di
versamento del costo della targa.

                               Art. 4
 
 
                              Controlli
 
  1. L'UMC  e'  tenuto  ad  accertare  il  corretto  esercizio  delle
attivita' di prenotazione. Nel caso in cui accerti la sussistenza  di
reiterate  irregolarita'   o   di   reiterata   incompletezza   nella
digitazione dei dati necessari per la prenotazione dei  documenti  di
circolazione  o  nella  documentazione  prodotta  a   corredo   delle
richieste di rilascio dei documenti di circolazione prenotati,  l'UMC
dispone la sospensione  dell'operativita'  del  collegamento  per  30
giorni decorrenti dalla data di notifica del provvedimento.  In  caso
di recidiva, il collegamento e' sospeso per  un  periodo  pari  a  90
giorni.
  2. Al verificarsi, per la terza volta  nell'arco  di  un  triennio,
delle condizioni di sospensione dell'operativita'  del  collegamento,
l'accesso al collegamento stesso decade.

                               Art. 5
 
 
                         Disposizioni finali
 
  1. Con circolare della Direzione Generale per la motorizzazione del
Ministero delle infrastrutture e  dei  trasporti  sono  stabilite  le
istruzioni applicative  delle  disposizioni  contenute  nel  presente
decreto, nonche' il termine a decorrere dal quale saranno operativi i
collegamenti  telematici  per  la  prenotazione,   da   parte   delle
organizzazioni agricole, del rilascio dei documenti  di  circolazione
delle macchine agricole.
  Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
    Roma, 1° giugno 2015
 
                                             Il Ministro              
                                 delle infrastrutture e dei trasporti
                                                Delrio                
 
 
            Il Ministro
delle politiche agricole alimentari
            e forestali
              Martina

Registrato alla Corte dei conti il 6 luglio 2015
Ufficio controllo atti Ministero delle infrastrutture e dei trasporti
e del Ministero dell'ambiente della tutela del territorio e del mare,
registro n. 1, foglio n. 2429