• Atti preparatori
  • Velocipedi
  • Dott.ssa Maristella Giuliano

C 4355 recante “Modifica all'articolo 68 del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, in materia di dispositivi di segnalazione di direzione per i velocipedi ”

Camera dei deputati

 

Nota di approfondimento a cura del Comitato di Redazione ACI del 20.7.2011
L’atto n. C 4355 recante “Modifica all'articolo 68 del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, in materia di dispositivi di segnalazione di direzione per i velocipedi ” presentato alla Camera di iniziativa dell’On. Nastri   ed altri, è stato assegnato per l’esame in sede referente alla Commissione permanente IX (Trasporti,poste e telecomunicazioni). L’analisi in Commissione non è ancora iniziata ma sono già stati richiesti i pareri delle commissioni 1ª (Aff. costit.), 2ª (Giustizia), 14ª (Pol. comun.).
Il disegno di legge introduce l'obbligatorietà degli indicatori per i velocipedi. Si riporta di seguito lo schema del disegno di legge con la relazione di accompagnamento.

PROPOSTA DI LEGGE
d'iniziativa del deputato Nastri
Modifica all'articolo 68 del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, in materia di dispositivi di segnalazione di direzione per i velocipedi
Presentata il 12 maggio 2011
 
Onorevoli Colleghi! — Le disposizioni che modificano il codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, introdotte dal Governo Berlusconi, sia nella XIV legislatura che in quella in corso, hanno avuto un impatto positivo e importante sia sul piano dell'ammodernamento della segnaletica stradale, che sulla sicurezza delle strade. L'introduzione della patente a punti, unitamente ad altre significative innovazioni legislative, certamente hanno portato una serie di benefìci per i conducenti di mezzi intesi non solo quali automobilisti, ma anche quali conducenti di mezzi di trasporto a due ruote.
      L'intento della proposta di legge in oggetto, composta da un solo articolo, è quello di rendere più sicuro l'utilizzo dei veicoli a due ruote o più, funzionanti a propulsione esclusivamente muscolare per mezzo di pedali, introducendo l'obbligatorietà degli indicatori di direzione.
      Spesso, infatti, ai conducenti di tali mezzi accadono incidenti talora gravi in quanto la classica alzata del braccio per indicare una svolta di direzione non è sufficiente a segnalare in modo chiaro l'intento del conducente del velocipede, in particolar modo in condizioni di non perfetta visibilità o nelle ore notturne.
      Con il comma 1, quindi, si novella l'articolo 68 del codice della strada, di cui al decreto legislativo n. 285 del 1992, inserendo tra le caratteristiche funzionali e i dispositivi di equipaggio dei velocipedi anche gli indicatori di direzione.
      Il comma 2 demanda a un regolamento, adottato con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, il compito di stabilire quali caratteristiche tecniche dovranno avere gli indicatori di direzione dei velocipedi.
  PROPOSTA DI LEGGE
Art. 1.
      1. La lettera c) del comma 1 dell'articolo 68 del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, è sostituita dalla seguente:
          «c) per le segnalazioni visive: anteriormente, di luci bianche o gialle; posteriormente, di luci rosse e di catadiottri rossi; sui pedali devono essere applicati catadiottri gialli e analoghi dispositivi devono essere applicati sui lati; inoltre, anteriormente e posteriormente, di indicatori di direzione a luce gialla».
      2. Entro due mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, con proprio decreto, il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti adotta un regolamento che stabilisce le caratteristiche tecniche delle segnalazioni visive di cui alla lettera c) del comma 1 dell'articolo 68 del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, come sostituita dal comma 1 del presente articolo.


Nota di approfondimento a cura del Comitato di Redazione ACI del 20.7.2011
L’atto n. C 4355 recante “Modifica all'articolo 68 del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, in materia di dispositivi di segnalazione di direzione per i velocipedi ” presentato alla Camera di iniziativa dell’On. Nastri   ed altri, è stato assegnato per l’esame in sede referente alla Commissione permanente IX (Trasporti,poste e telecomunicazioni). L’analisi in Commissione non è ancora iniziata ma sono già stati richiesti i pareri delle commissioni 1ª (Aff. costit.), 2ª (Giustizia), 14ª (Pol. comun.).
Il disegno di legge introduce l'obbligatorietà degli indicatori per i velocipedi. Si riporta di seguito lo schema del disegno di legge con la relazione di accompagnamento.

PROPOSTA DI LEGGE
d'iniziativa del deputato Nastri
Modifica all'articolo 68 del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, in materia di dispositivi di segnalazione di direzione per i velocipedi
Presentata il 12 maggio 2011
 
Onorevoli Colleghi! — Le disposizioni che modificano il codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, introdotte dal Governo Berlusconi, sia nella XIV legislatura che in quella in corso, hanno avuto un impatto positivo e importante sia sul piano dell'ammodernamento della segnaletica stradale, che sulla sicurezza delle strade. L'introduzione della patente a punti, unitamente ad altre significative innovazioni legislative, certamente hanno portato una serie di benefìci per i conducenti di mezzi intesi non solo quali automobilisti, ma anche quali conducenti di mezzi di trasporto a due ruote.
      L'intento della proposta di legge in oggetto, composta da un solo articolo, è quello di rendere più sicuro l'utilizzo dei veicoli a due ruote o più, funzionanti a propulsione esclusivamente muscolare per mezzo di pedali, introducendo l'obbligatorietà degli indicatori di direzione.
      Spesso, infatti, ai conducenti di tali mezzi accadono incidenti talora gravi in quanto la classica alzata del braccio per indicare una svolta di direzione non è sufficiente a segnalare in modo chiaro l'intento del conducente del velocipede, in particolar modo in condizioni di non perfetta visibilità o nelle ore notturne.
      Con il comma 1, quindi, si novella l'articolo 68 del codice della strada, di cui al decreto legislativo n. 285 del 1992, inserendo tra le caratteristiche funzionali e i dispositivi di equipaggio dei velocipedi anche gli indicatori di direzione.
      Il comma 2 demanda a un regolamento, adottato con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, il compito di stabilire quali caratteristiche tecniche dovranno avere gli indicatori di direzione dei velocipedi.
  PROPOSTA DI LEGGE
Art. 1.
      1. La lettera c) del comma 1 dell'articolo 68 del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, è sostituita dalla seguente:
          «c) per le segnalazioni visive: anteriormente, di luci bianche o gialle; posteriormente, di luci rosse e di catadiottri rossi; sui pedali devono essere applicati catadiottri gialli e analoghi dispositivi devono essere applicati sui lati; inoltre, anteriormente e posteriormente, di indicatori di direzione a luce gialla».
      2. Entro due mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, con proprio decreto, il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti adotta un regolamento che stabilisce le caratteristiche tecniche delle segnalazioni visive di cui alla lettera c) del comma 1 dell'articolo 68 del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, come sostituita dal comma 1 del presente articolo.

 

 

Documenti allegati