• Normativa
  • Veicoli ed equipaggiamenti
  • Dott.ssa Daniela Mascaro e Dott. Andrea Guerci

Attività di riparazione pneumatici

Circolare del Ministero dello Sviluppo Economico
Prot. 2688 del 31 marzo 2008

 

Ministero dello Sviluppo Economico
DIPARTIMENTO PER LA REGOLAZIONE DEL MERCATO
Direzione generale per la vigilanza e la normativa tecnica
Uff. B4 - Già DGCAS
Via Sallustiana, 53 - 00187 Roma
Tel. 0647055304 Fax 06483691
Prot. 2688 del 31-03-2008
ALLE CAMERE DI COMMERCIO, INDUSTRIA,
ARTIGIANATO ED AGRICOLTURA
LORO SEDI
e, p.c. ALLA REGIONE AUTONOMA DELLA VALLE
D’AOSTA - Assessorato dell’industria, del
commercio, dell’artigianato e dei trasporti
11100 AOSTA
ALLA REGIONE SICILIANA - Assessorato della
cooperazione, del commercio, dell’artigianato e della
pesca - Dipartimento cooperazione, commercio ed
artigianato - Servizio 2S Vigilanza enti
90100 PALERMO
ALLA REGIONE AUTONOMA FRIULI-VENEZIA
GIULIA - Segretariato Generale e Riforme
istituzionali
Servizio Affari della Presidenza
Via Carducci, 6 (3° piano)
34100 TRIESTE
ALLA REGIONE TRENTINO-ALTO ADIGE - Ufficio
di vigilanza Camere di commercio
38100 TRENTO
ALLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA -
Assessorato industria e commercio
09100 CAGLIARI
ALLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO
38100 TRENTO
ALLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
39100 BOLZANO
ALL’UNIONCAMERE
Piazza Sallustio, 21
00187 ROMA
ALL’ISTITUTO GUGLIELMO TAGLIACARNE
Via Appia Pignatelli, 62
00178 ROMA

LETTERA CIRCOLARE
OGGETTO: Legge n. 122/1992 ("Disposizioni in materia di sicurezza della
circolazione stradale e disciplina dell'attività di autoriparazione") - Attività di
"riparazione pneumatici".

Pervengono a questa Amministrazione numerosi quesiti da parte di Camere
di commercio circa l'assoggettabilità alla disciplina recata dalla legge richiamata
in oggetto dell'attività di "riparazione pneumatici".
Al riguardo la Scrivente, considerato quanto previsto dall'art. 1, comma 2,
della legge in parola, ovverosia che rientrano nell'attività di autoriparazione tutti
gli interventi di sostituzione, modificazione e ripristino di qualsiasi componente,
anche particolare, dei veicoli e dei complessi di veicoli a motore, esprime l'avviso
che ai quesiti in parola debba essere data risposta positiva, e che, pertanto, per
esercitare l'attività citata sia necessario possedere i requisiti tecnico-professionali
previsti dalla legge all'articolo 7, per l'attività di gommista di cui al comma 3,
lettera d), dell'articolo 1.
Quanto indicato al paragrafo che precede è da riferire, a parere di questa
Amministrazione, sia al caso in cui l'attività di riparazione pneumatici si inserisca
in un ciclo di servizio completo (l'impresa X smonta il pneumatico danneggiato, lo
ripara e quindi lo rimonta), sia nel caso in cui rappresenti una fase soltanto di
detto ciclo di servizio (il pneumatico danneggiato viene smontato da un'impresa X,
che lo porta a riparare presso un'impresa Y, che lo riconsegna all'impresa X a
riparazione eseguita), in quanto si tratterebbe in ambedue i casi di una
riparazione riferita ad uno specifico veicolo e tale da potere influire sulla sicurezza
di marcia dello stesso.
Diverso è, invece, sempre ad avviso della Scrivente, il caso in cui l'attività di
riparazione pneumatici si inserisca in un vero e proprio ciclo produttivo
("rigenerazione"), in cui una certa quantità di pneumatici usurati (di proprietà
dell'impresa) viene rigenerata per essere successivamente commercializzata, in
quanto l'attività in questione è sottoposta a propri e stringenti controlli
amministrativi (omologazioni e quant'altro previsto dalla legge), e non riguarda, in
ogni caso, il ripristino delle condizioni di sicurezza riferite ad uno specifico
veicolo.
Si prega, come di consueto, codeste Camere di volere fornire copia della
presente nota alle locali Commissioni Regionali e Provinciali per l'artigianato.
IL DIRETTORE GENERALE
Aldo Mancurti
Sp/C/Doc/l122/l122-ab.165