• Normativa
  • Ambiente ed energia
  • Dott.ssa Daniela Mascaro e Dott. Andrea Guerci

Approvazione del Piano d'azione per la sostenibilita' ambientale dei

decreto
11 aprile 2008

 

MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

 

 

DECRETO 11 aprile 2008

 

Approvazione  del Piano d'azione per la sostenibilita' ambientale dei

 

consumi nel settore della pubblica amministrazione.

 

              IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA

 

                      DEL TERRITORIO E DEL MARE

 

 

                           di concerto con

 

 

              IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

 

 

                                  e

 

 

                IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

 

 

    Vista  la  Comunicazione  sulla  Politica  integrata dei prodotti

 

(IPP)  «Sviluppare  il  concetto  di  ciclo  di vita ambientale», COM

 

302(2003)  del  18 giugno 2003, che individua tra gli strumenti utili

 

per  la  attuazione  di  tale strategia, quello degli «acquisti verdi

 

della  pubblica  amministrazione»,  altrimenti  definito  come  Green

 

Public  Procurement  (GPP), che, orientando la domanda pubblica verso

 

beni  e  servizi  migliori  sotto  il profilo ambientale, consente di

 

conseguire specifici obiettivi strategici ambientali, di innescare un

 

meccanismo  di  leva  volto  a  modificare modelli di produzione e di

 

consumo,  di  incoraggiare  investimenti  nel  campo dell'innovazione

 

ambientale, favorendo pertanto un modello di sviluppo sostenibile;

 

    Vista  la  medesima  comunicazione  che, al fine di diffondere la

 

pratica di integrare la dimensione ambientale negli appalti pubblici,

 

invita gli Stati membri ad elaborare entro il 2006 dei Piani d'azione

 

nazionale sugli acquisiti verdi;

 

    Visto  il  documento  elaborato  dalla  Commissione  europea  nel

 

2005 «Linee  guida  per  la  definizione  dei  Piani  d'azione  sugli

 

acquisti  pubblici  verdi»  che  traccia  in  maniera piu' puntuale i

 

contenuti  e  i  principi  generali  che  debbono  contenere  i piani

 

medesimi  e  sintetizza  lo  stato dell'arte degli altri Paesi membri

 

dell'Unione europea;

 

    Viste  le  disposizioni  in  tema  di  tutela  dell'ambiente e di

 

promozione   dello   sviluppo   sostenibile   contenute  nel  decreto

 

legislativo  12 aprile  2006,  n.  163 «Codice dei contratti pubblici

 

relativi  a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive

 

2004/17/CE e 2004/18/CE»;

 

    Considerato  che  il  Ministero  dell'ambiente  della  tutela del

 

territorio  e  del mare, al fine di rispondere alle indicazioni della

 

Commissione   europea,   ha   elaborato,  tramite  il  confronto  con

 

rappresentanze  dell'ANCI, dell'UPI, del gruppo di lavoro sul GPP del

 

Coordinamento  delle  Agende  21  locali,  dell'APAT, una proposta di

 

Piano d'azione;

 

    Considerato  che  tale  documento, sottoposto in data 14 dicembre

 

2006  alla consultazione in seno al Consiglio economico e sociale per

 

le  politiche  ambientali  (C  E  S  P  A),  organo consultivo per le

 

politiche  ambientali  presieduto dal Ministero dell'ambiente e della

 

tutela   del   territorio   e  del  mare  e  costituito  dal  vertice

 

istituzionale  delle  maggiori  organizzazioni  nazionali delle parti

 

economiche e sociali, e' stato accolto positivamente;

 

    Visto  l'art. 1, comma 1126, della legge 27 dicembre 2006, n. 296

 

che, in linea con i documenti sopra richiamati, autorizza la spesa di

 

50.000  euro per l'anno 2007 per l'attuazione e il monitoraggio di un

 

«Piano  d'azione  per  la  sostenibilita'  ambientale dei consumi nel

 

settore  della  pubblica  amministrazione», predisposto dal Ministero

 

dell'ambiente  e  della tutela del territorio e del mare, di concerto

 

con  i  Ministri  dell'economia  e  delle  finanze  e  dello sviluppo

 

economico, d'intesa con le regioni e le province autonome di Trento e

 

di Bolzano e sottoposto all'approvazione dalla Consip S.p.A.;

 

    Visti  i  commi 1126  e  1127  dell'art.  1 della citata legge n.

 

296/2006  che  stabiliscono  che  detto  Piano  prevede l'adozione di

 

misure   volte  all'integrazione  delle  esigenze  di  sostenibilita'

 

ambientale   nelle   procedure  d'acquisto  pubblico  ed  indica  gli

 

obiettivi  di  sostenibilita' ambientale da conseguire in determinate

 

categorie merceologiche oggetto di procedure di acquisto pubbliche;

 

    Visto  il  comma 1128  del  citato  dell'art.  1  della  legge n.

 

296/2006  che istituisce un Comitato composto dai Ministri competenti

 

e  dai presidenti delle regioni interessate, deputato al monitoraggio

 

degli obiettivi del piano di cui al citato comma 1127;

 

    Considerato  che  il  medesimo  documento, sottoposto altresi' al

 

confronto  con i dicasteri di cui all'art. 1, comma 1126, della legge

 

n.   296/2006,   e   con  Consip  S.p.A.  emendato  alla  luce  delle

 

osservazioni  pervenute, costituisce la strategia generale del «Piano

 

d'azione  per  la  sostenibilita'  ambientale dei consumi nel settore

 

della pubblica amministrazione»;

 

    Visto  il  decreto  del Ministro dell'ambiente e della tutela del

 

territorio  e  del  mare  GAB/DEC/185/2007  del 18 ottobre 2007, che,

 

cosi'  come  indicato  nella succitata proposta di Piano d'azione, al

 

fine  garantire il supporto tecnico al Comitato dei Ministri previsto

 

dal  citato  comma 1128 della legge n. 296/2006, e al fine di seguire

 

l'attuazione del Piano stesso, istituisce il «Comitato di gestione»;

 

    Considerato   che   nella  seduta  del  20  dicembre  2007  della

 

Conferenza  unificata  Stato  regioni  e  province autonome di cui al

 

decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, e' stata sancita l'intesa

 

sul Piano medesimo;

 

    Vista la nota del 21 dicembre 2007, n. 20799/2007 con la quale la

 

Consip  S.p.a.,  ha  trasmesso  per l'approvazione il Piano d'azione,

 

come previsto al citato comma 1126 della citata legge n. 296/2006;

 

    Ritenuto   necessario   adottare   il   Piano   d'azione  per  la

 

sostenibilita'  ambientale  dei  consumi  nel  settore della pubblica

 

amministrazione;

 

                              Decreta:

 

                               Art. 1.

 

Piano  d'azione  per  la  sostenibilita'  ambientale  dei consumi nel

 

               settore della pubblica amministrazione

 

    E'  approvato il «Piano d'azione per la sostenibilita' ambientale

 

dei  consumi  nel settore della pubblica amministrazione» (di seguito

 

Piano   d'azione),   di  cui  all'unito  allegato,  che  forma  parte

 

integrante  del  presente  decreto,  volto a favorire la diffusione e

 

l'implementazione   di  pratiche  d'acquisto  sostenibili  presso  le

 

amministrazioni  aggiudicatrici  di  cui  all'art.  3,  comma 25, del

 

decreto legislativo n. 163/2006.

 

 

        

 

     

 

                               Art. 2.

 

                      Criteri ambientali minimi

 

    Con  successivi decreti del Ministro dell'ambiente e della tutela

 

del  territorio  e del mare, sentiti i Ministeri concertanti, saranno

 

definiti,   per  le  categorie  merceologiche  indicate  all'art.  1,

 

comma 1127,  della  legge  n.  296/2006,  gli  specifici obiettivi di

 

sostenibilita'  ambientale  cosi'  come definiti al paragrafo 4.3 del

 

citato  Piano  d'azione  per la sostenibilita' ambientale dei consumi

 

nel  settore  della pubblica amministrazione, che rappresenteranno le

 

«misure» previste dal comma 1126 della legge n. 296/2006.

 

 

       

 

     

 

                               Art. 3.

 

                     Gestione del Piano d'azione

 

    Per  la  gestione  delle  attivita'  previste dal Piano d'azione,

 

cosi'  come  in  dettaglio indicato al capitolo 6 del Piano d'azione,

 

opera  il  «Comitato  di  gestione»  di  cui  al decreto del Ministro

 

dell'ambiente   e   della   tutela   del   territorio   e   del  mare

 

GAB/DEC/185/2007  del  18 ottobre 2007, con funzioni di coordinamento

 

operativo,   e   un «Tavolo  di  lavoro  permanente»  composto  dalle

 

rappresentanze  delle  regioni,  degli  enti  locali  e  delle  parti

 

interessate, con funzioni consultive.

 

    Per  le attivita' svolte dal «Comitato di Gestione» e dal «Tavolo

 

di  lavoro permanente» non e' prevista alcuna spesa per compensi, e i

 

rimborsi  delle spese di missione sono a carico delle amministrazioni

 

e degli enti di appartenenza.

 

    L'istituzione   e   il   funzionamento   di  tali  organismi  non

 

comporteranno nuovi e maggiori oneri per la finanza pubblica.

 

 

       

 

     

 

                               Art. 4.

 

                              Modifiche

 

    Il Piano d'Azione e' sottoposto a revisione almeno triennale. Gli

 

obiettivi  generali  del Piano d'azione e le sue indicazioni potranno

 

essere  aggiornati  con  decreto  del  Ministro dell'ambiente e della

 

tutela  del  territorio  e del mare sentiti i Ministri concertanti, a

 

seguito  di  nuove  indicazioni  da parte della Commissione europea e

 

alla  luce  di considerazioni emergenti dai risultati delle attivita'

 

di monitoraggio del Piano stesso.

 

    Il  presente  decreto, unitamente all'allegato Piano d'azione, e'

 

pubblicato, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

 

      Roma, 11 aprile 2008

 

 

              Il Ministro dell'ambiente e della tutela

 

                      del territorio e del mare

 

                           Pecoraro Scanio

 

 

              Il Ministro dell'economia e delle finanze

 

                           Padoa Schioppa

 

 

                Il Ministro dello sviluppo economico

 

                               Bersani

 

 

       

 

     

 

                                                          

 

Allegato omissis

 

 

 

Documenti allegati